Frontemare

The Place To Be

INTERNATIONAL BREAKFAST: supera i confini delle tue abitudini

INTERNATIONAL BREAKFAST: supera i confini delle tue abitudini
l'omelette, un classico della cucina francese

UN VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLE COLAZIONI NEL MONDO

INTERNATIONAL BREAKFAST: supera i confini delle tue abitudini!

Si sa, Paese che vai, usanze che trovi e questo è valido anche per le abitudini alimentari. Ingredienti tipici del territorio, influenze dall’estero, cultura e abitudini del luogo, non per ultimo le temperature medie annue mescolate tra di loro creano diversi tipi di cucina e quindi, anche di colazione.

Se hai passato almeno una notte in un albergo sai già di cosa stiamo parlando ma vogliamo parlarti oggi della colazione, delle differenze principali che puoi riscontrare in una tavola al di fuori dai confini italiani e di come la colazione sia un po’ lo specchio della cultura a cui fa riferimento. 

Cosa tratteremo in breve:

  • Continentale, tipica anche dell’Italia
  • Anglosassone
  • Internazionale: cosa potresti trovare in albergo o… nel nostro menu!

Ebbene si, perchè da qualche tempo anche noi proponiamo una colazione internazionale.

CONSULTA I NOSTRI MENU

Perché lo facciamo? 
Primo, perché è buona!
Secondo, non dovrebbe mai mancare se si vuole accontentare il turista o in generale ospiti dall’estero
Terzo, perché se consumata con criterio, è un modo per variare e concedersi una coccola extra di tanto in tanto!

Pronto a fare il giro del mondo? Partiamo!

COLAZIONE CONTINENTALE

INTERNATIONAL BREAKFAST: supera i confini delle tue abitudini
cornetto, caffè e spremuta d'arancia fresca in spiaggia al Frontemare

O più semplicemente, la nostra amata colazione. In Italia ma anche in tutti i Paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo, è quasi esclusivamente dolce.

Cornetti, fette biscottate con marmellata e burro, cereali, biscotti sono la base della colazione che tutti noi facciamo fin da quando eravamo bambini.

Non può mancare il caffè per “accendere i motori” per affrontare una giornata di lavoro, anche se l’usanza del The si è diffusa negli anni. Quando il tempo a disposizione lo permette, non è raro vedere a tavola  anche una spremuta fresca, della frutta e dello yogurt.

Insomma, un bel pieno di carboidrati e fibre che danno le energie necessarie per affrontare la giornata. I grassi consumati generalmente sono pochi anche se presenti, questo perché il clima mite non rende necessario un apporto consistente.

È doveroso fare cenno che la Francia per quanto riguarda la colazione, ha due facce, perché quando si sale al nord la colazione si fa più simile a quella anglosassone.

Ma la Francia è anche il regno della tradizione culinaria per eccellenza e dei cibi a base di uova quindi… parliamo di omelette!
Soffici, ripiene di formaggio e funghi, magari con la besciamella vellutata che la ricopre…

ne parlo così perché chi sta scrivendo in questo momento l’ha provata in prima persona e con il freddo che fa a Reims a dicembre, credimi, è uno dei cibi di conforto per eccellenza.

Ma il nostro tour è appena all’inizio, spostiamoci ancora più a nord, ti va?

ENGLISH BREAKFAST

si sa, l'aria di mare mette appetito... bacon, uova e insalata fresca

La colazione anglosassone è praticamente l’antitesi della nostra colazione continentale. Il salato e i grassi la fanno da padrone a causa del clima rigido dei paesi nordici che richiede alimenti più calorici.

Ma non è la sola caratteristica peculiare, qui i fornelli e padelle vengono usati dal primo mattino, in un tripudio di profumi che risveglia anche i più lenti a ingranare la mattina.

Immaginate un bel piatto con sopra bacon croccante rosolato nel burro, fagioli lessi conditi con il ketchup, un uovo al tegamino o uova strapazzate, salsicce, funghi trifolati, pudding, pomodoro tagliato a fette e pane tostato o fritto.

Come dici? Forse per te è un po’ troppo? Ti rifiuti categoricamente di trovarti davanti una cosa simile a colazione? Beh, ho visto cose in un buffet colazioni degli alberghi che non puoi neanche immaginare…

Anche l’italiano più tradizionalista dopo una settimana di questo ben di Dio a disposizione, alla fine cede e si fa il secondo giro di bacon, credimi!

Una volta che ci si abitua a profumi diversi, le barriere culturali crollano abbastanza velocemente, provare per credere!

Le bevande classiche di una colazione anglosassone sono tuttavia simili alle nostre: una spremuta d’arancia per dare un tocco fresco alla colazione oppure l’immancabile thè caldo inglese.

COLAZIONE AMERICANA

un must della colazione americana con un tocco di orgoglio italiano: i pancakes alla Nutella

Siamo arrivati al cuore del nostro articolo
“INTERNATIONAL BREAKFAST: supera i confini delle tue abitudini”

Sei rimasto sconvolto? Non è ancora nulla, perché ora parliamo della colazione americana!
È Spesso indicata in alberghi e ristoranti come colazione internazionale e nelle prossime righe ti sarà facile capire il perché.

La storia americana rispetto a quella europea è giovanissima, anche in cucina. Infatti anche la tavola porta con sé un calderone di culture che pian piano cercano di trovare un filo comune e una propria identità.

Il fatto è che gli Stati Uniti hanno un’estensione territoriale notevole e a seconda delle zone e del clima ad esse connesse hanno attecchito più alcuni modi di mangiare che atri, anche a colazione.

Proviamo a fare ordine: All’inizio della colonizzazione ad imporsi furono soprattutto gli inglesi che hanno fatto il bello e il cattivo tempo anche in cucina.

Un piccolo esempio?  Le proteste che portarono alla feroce guerra di indipendenza infatti, erano in buona parte motivate sulle tasse che il governo centrale di Londra impose sullo zucchero e sul tè.

La colazione tipica anglosassone in ogni caso già cominciava a mostrare delle differenze nelle colonie americane arricchendosi di patatine fritte e pane fritto nell’uovo, complice anche la disponibilità delle materie prime presenti sul territorio.

Alla fine dell’800 arrivarono i cornflakes, i famosi fiocchi di mais arricchiti di zucchero e vitamine ormai usati ampiamente in tutto il mondo, ideati dal medico John Harvey Kellogg (vi dice nulla?).

Il successo di questi fiocchi di mais nacque da un’esigenza nutrizionale della sua comunità che seguiva una dieta vegetariana severa, anche qui i prodotti del territorio ebbero la loro importanza, grazie alla loro economicità, reperibilità e diffusione su tutto il territorio.

Non da meno anche i prodotti dolci, che si ritagliano i loro spazi in alcuni stati, diventato nel tempo parte integrante di questo enorme menu americano per la colazione!

Stiamo ovviamente parlando dei muffin, usati largamente anche da noi, soprattutto nelle bakery più trendy e dei pancakes, le frittelle immerse nel tipico sciroppo d’acero prodotto in larga parte nel nord America e in Canada.

Anche queste leccornie hanno varcato l’oceano e nonostante nelle case sia difficile trovare tutto questo la mattina, comincia a farsi strada il loro consumo in bar e bistrot, quando il tempo permette di godersi qualche coccola in più, magari nel weekend o nel proprio dayoff.

E NEL RESTO DEL MONDO?

Trattare tutte le colazioni del mondo sarebbe complesso, non tanto per la mole di piatti che si potrebbero elencare ma nel loro significato intrinseco: infatti quando si tratta di cibo si scava nell’anima profonda delle culture di appartenenza e sarebbe assolutamente poco rispettoso trattarlo con troppa superficialità.

Ma se hai letto con attenzione fin qui, avrai sicuramente intuito che i fattori fondamentali che influenzano la colazione e le abitudini alimentari in genere, sono la posizione geografica, i prodotti facilmente reperibili sul territorio e non ultimo gli scambi commerciali con Paesi più o meno lontani.

Ormai con un volo possiamo raggiungere New York o Tokyo in giornata e importiamo prodotti esotici freschi che troviamo facilmente in ogni supermercato tutti i giorni, ma tutto questo dal punto di vista tecnologico e culturale, è successo qualche giorno fa e non è successo in egual misura in tutte le parti del mondo.

È una fortuna rara poter assaggiare comodamente a casa nostra o al bar piatti che hanno percorso lo spazio e il tempo, anche se si tratta di una semplice colazione.

IN CONCLUSIONE

Siamo arrivati alla fine di questo fantastico viaggio.
Ti è piaciuto il nostro articolo
“INTERNATIONAL BREAKFAST: supera i confini delle tue abitudini”?

Se leggendo ti è venuto il desiderio di provare una colazione tutta nuova, sappi che da noi puoi trovare una selezione dei piatti più emblematici della colazione anglosassone e americana.
Ma sono sicuro che dopo aver imparato qualcosa in più sulla loro origine, li gusterai ancora meglio.

Non preoccuparti, se ancora non te la senti di provare, caffè, cappuccini e cornetti sono sempre qui ad aspettarti. Assieme alle pizzette sfoglia cagliaritane che guarda caso, sono salate!
Anche in Sardegna a quanto pare abbiamo le nostre abitudini e la nostra particolare cultura culinaria, anche a colazione.

GUARDA I NOSTRI MENU

la pizzetta sfoglia cagliaritana
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *